Via Brasavola 19, 44121 Ferrara - tel. 0532 740825 - caritasfe@libero.it

 

raccoltacoop1   raccoltacoop

Sabato 24 ottobre, nella sola Ferrara e provincia, 25 associazioni di volontariato hanno presidiato i 12 punti vendita Coop Estense, tra ipermercati e supermercati, affiancati complessivamente da 45 soci volontari della cooperativa.

All’ipercoop il Castello erano presenti le associazioni Amici della Caritas di Ferrara, Papa Giovanni XXIII e Viale K, che si sono turnati ogni quattro ore nella raccolta, affiancati dai soci volontari di Coop Estense che li hanno supportati nella rendicontazione dei prodotti, immediatamente disponibili per le associazioni che li destinano ai propri assistiti.

Alle 12:30 è venuto a salutare i volontari impegnati nella raccolta il sindaco Tiziano Tagliani accompagnato dall’assessore alle politiche sociali Chiara Sapigni, che ha commentato con soddisfazione: “Coop Estense sta dando una mano straordinaria al nostro mondo del volontariato, il sostegno alle comunità e le famiglie in condizione di bisogno sarebbe destinato al fallimento se venisse meno questo importante contributo”. E ha aggiunto: ”iniziative come questa e il progetto ‘Brutti ma buoni’ (il progetto di Coop Estense che consente alle onlus di ritirare i prodotti non più vendibili, ma ancora buoni e sicuri, e utilizzarli per assistere i più bisognosi, ndr) sono strumenti necessari per contrastare un grave momento di difficoltà delle famiglie come quello che stiamo vivendo. Quando vado a visitare diverse realtà del volontariato, tutti mi segnalano “Brutti ma buoni” come un tassello fondamentale e irrinunciabile per mantenere l’attuale grado di assistenza delle famiglie in difficoltà.” E ha concluso affermando che “ho appreso venendo qui che è stata organizzata una turnazione delle associazioni, una sorta di chilometro zero della solidarietà, che mette in relazione la generosità dei soci e consumatori direttamente con le associazioni che ritirano i beni. Mi sembra una iniziativa meritevole e di grande importanza per la nostra realtà”.

Ha sottolineato il valore relazionale del rapporto tra i soci Coop e le Onlus Don Domenico Bedin, presidente dell’associazione Viale K: “Mi piace il fatto che in questi anni Coop Estense ha permesso a molti suoi soci volontari, impegnati non solo oggi ma anche durante l’anno, di visitare i nostri centri e le nostre attività. Si è creata così una relazione viva, dove le esigenze delle persone vengono conosciute e interpretate da una fascia molto più ampia di cittadini, grazie al loro affiancamento e integrazione nelle nostre associazioni. Quella di oggi è un’altra testimonianza di questa stretta e consolidata relazione”.

A nome di tutti i soci volontari presenti, Aurora Mantovani, del distretto di Ferrara di Coop Estense, ha concluso il suo turno di raccolta con una espressione di grande contentezza: “è stato impegnativo ma sono quelle giornate che ti riempono il cuore e ti lasciano qualcosa dentro”. Infine Piera Murador responsabile provinciale dell’associazione Papa Giovanni XXIII: “C’è stata una adesione alta e grande generosità da parte dei clienti, che hanno donato tanti prodotti di cui molti di qualità e a marchio Coop. Sono occasioni come questa in cui si concretizza l’essere cooperativa, che non si limita all’aspetto commerciale. La partecipazione e la generosità di soci e consumatori ha superato ogni aspettativa”.

 

Dal diario di Michele Luciani:

"Oggi, sabato 25 ottobre 2015, colletta alimentare all'Ipercoop Il Castello. Io, Marta Jessica, Claudio junior e Claudio senior, Paolo, Alhagie, Samada, Alessandra, Emily. All'ingresso del supermercato avviciniamo la gente con la richiesta di aggiungere alla spesa per sé "un aiuto concreto alle persone in difficoltà". A fine giornata abbiamo riempito un furgone di pasta, olio, zucchero, biscotti, farina, scatolame… che distribuiremo ai poveri. Qui da noi, quelli che davvero muoiono di fame sono pochi. Forse nessuno. La povertà assume forme meno tragiche, dalle nostre parti. Siamo meno sciupati e deperiti che altrove, meglio pasciuti, ma la coperta è corta. Ci sono quelli che non arrivano alla fine, e quelli che a metà mese sono già a secco, e davvero oggi per molti il soldo che possono tenersi in tasca ritirando il pacco viveri della Caritas - questo piccolo risparmio sulle spese per mangiare - serve a pagare l'affitto, una bolletta, una visita medica, una rata scaduta, la scuola ai figli…
La vita 'normale' per tanti dei nostri giovani, tanti dei nostri immigrati, tante famiglie, tantissimi disoccupati o precari, ha costi insostenibili, e in questo non c'è nessuna finzione o imbroglio: è la povertà.
I consumatori della Coop sono stati generosi. Gli abbiamo porto un sacchetto di plastica con un volantino - se vuole aiutare le persone indigenti, compri qualcosa per loro e lo metta qui dentro - e a centinaia se lo sono presi, senza troppe chiacchiere. Qualcuno ce lo ha restituito mezzo pieno, qualcuno quasi vuoto, ma insomma la colletta è ben riuscita. Chi non ha aderito, passandoci vicino s'è voltato dall'altra parte e ha allungato il passo, o s'è bloccato per non avvicinarsi e ha fatto cenno di no con la mano, o ci ha sorriso filando via, sempre senza grossi discorsi. Una sola persona, con me, si è intrattenuta a chiedere spiegazioni. 
- Che roba è?
- La colletta alimentare per i poveri.
Una signora tra i 50 e i 70 anni. Potrebbe essere una donna matura vestita in modo antiquato, oppure un'anziana assai ben curata nell'aspetto.
- Voi chi siete?
- La Caritas.
Prende il volantino e lo tiene stretto davanti a sè, con entrambe le mani, rigida e dritta come un militare che presenta l'arma. Con un occhio legge, e con l'altro mi scruta.
- Dica un po', gli alimenti che raccogliete… mica ve li mangiate voi?
Credo che parli di me, e dei miei compari.
- Perché queste cose non mi piacciono, sa?, che uno tira fuori i soldi per i poveri, e poi invece finiscono chissà dove.
Allora, girandoci intorno con la punta dell'indice, le mostro sul volantino il logo della Coop e delle organizzazioni che aderiscono all'iniziativa. Noi siamo la Caritas, l'associazione Viale K, la comunità Papa Giovanni XXIII… questa gente qui.
La signora non reagisce. Continua a fissarmi immobile, e mi valuta.
- Lei è un prete? Perché a me, glielo dico subito, i preti…
- No!
La mia negazione perentoria sembra convincerla, senza tuttavia rassicurarla.
- Allora chi è?
Inarco le sopracciglia mentre passo al vaglio le ipotesi. Un volontario? Ma sono pagato: con la Caritas io ci piglio uno stipendio. Perciò dovrei meglio qualificarmi come operatore, ma questa qui lo capisce? Che genere di operatore? Un operatore di che? Io stesso, a volte, non so che significhi. E quindi finisco per dirle che ho una comunità, io e mia moglie, che abbiamo due figli, che abitiamo in una vecchia casa della parrocchia, a Ospital Monacale, che accogliamo i profughi.
- I neri?!
- Africani, sì: Senegal, Gambia, Nigeria…
La signora arretra, si segna in croce la fronte le spalle e il petto, esita a dire qualcos'altro che pure le preme sulla lingua, dietro i denti serrati e le guance contratte, poi ci rinuncia, - Buona giornata -, si gira e se ne va. 
Come è giusto che sia. Vorrei dirle che fa benissimo ed ha perfettamente ragione, ma è già scomparsa tra la folla. Se non vuole correre il rischio che i maccheroni della sua carità finiscano nel piatto di un rifugiato sub sahariano che cerca scampo dalla miseria in un centro di accoglienza messo in piedi dalla Chiesa, spiegazioni per assicurarle che tutto questo ha un senso - chiedere, raccogliere, distribuire… - io non gliene so dare. E non so darle a me stesso. Ai sub sahariani, del resto, i maccheroni non piacciono. A Casa Ospitale mangiano solo pollo fritto e riso."

 

CookiesAccept

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

 

La presente Cookie Policy è relativa al sito CARITAS FERRARA (“Sito”) gestito e operato da Caritas Diocesana di Ferrara - Comacchio, con sede in via Brasavola 19 - 44121 Ferrara (FE) Italia, P.IVA / COD.FISC. 93009040382

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

 

Cookies tecnici

 

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

 

Tipologie di cookies utilizzati

 

Cookies di prima parte:

 

I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

 

Cookies di terzi:

 

I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

 

Cookies di sessione:

 

I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre CARITAS FERRARA utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. CARITAS FERRARA non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; CARITAS FERRARA a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy di CARITAS FERRARA si applica solo al Sito come sopra definito.

 

Cookies persistenti:

 

I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.

 

Cookies essenziali:

 

Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

 

Cookies funzionali:

 

Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

 

Cookies di condivisone sui Social Network:

 

Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

 

1) Tipologia di Cookie Prima parte Funzionale

 

Provenienza CARITAS FERRARA

Finalità Recuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)

Durata Cookie persistente

 

2) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale

 

Provenienza CARITAS FERRARA

Finalità Memorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)

 

3) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale

 

Provenienza CARITAS FERRARA

Finalità Personalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)

 

Come modificare le impostazioni sui cookies

 

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.

E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto da CARITAS FERRARA.